Il racconto di un settembre denso di appuntamenti ed emozioni, in un anno speciale, all’insegna di un graduale ritorno alla normalità 

Sarà ricordato come il Palio della ripartenza, dopo l’anno di fermo della pandemia. Un Palio particolare, in uno scenario ancora contraddistinto dalle opportune cautele e necessarie norme di sicurezza, ma che ha rappresentato per la comunità di Cerreto Guidi il ritorno alle proprie più profonde e sentite tradizioni e ad una sana e serena socialità. Perciò, ora che le luci sul palco si sono spente ormai da tempo, ne vogliamo lasciare un racconto, per testimoniare l’impegno e la determinazione che tutti i soggetti coinvolti hanno messo per la buona riuscita della manifestazione storica e degli eventi collaterali ad esso legati nell’ambito del Settembre Cerretese. 

Il 52° Palio del Cerro, che si è disputato il 4 Settembre 2021, è stato “l’alba di un nuovo giorno”, come rappresentato nel drappo ben augurante, consegnato alla Contrada vincitrice di Porta Caracosta. Esso ha simbolicamente segnato il lento e graduale ritorno alla normalità. E altrettanto, forse ancor più, si può dire del 51° Palio dei Ragazzi, che si è svolto l’11 Settembre 2021 e che è stato vinto dalla Contrada di Santa Maria al Pozzolo.

Il gonfalone della Pro Loco ed il Palio 2021 per la Contrada vincitrice

Il Palio è stato preceduto dal tradizionale corteo storico. Nell’edizione di quest’anno si è riusciti a mantenere questo momento essenziale della rievocazione, rendendo più fluido, dinamico e articolato il corteo dei gruppi storici della corte medicea e delle contrade e riducendo il numero dei figuranti in sfilata. Nel corteo storico han trovato comunque ancora una volta un posto d’onore Cosimo I de Medici, a cui i giochi sono dedicati, la sua figlia prediletta Isabella e alcune coppie della famiglia Medici al seguito. Le contrade hanno sfilato con le coppie nobili, le bandiere, le chiarine ed i tamburi e, naturalmente, i giocatori.

Contrada di Porta Caracosta
Contrada di Porta Fiorentina
Contrada di Porta al Palagio
Contrada di Santa Maria al Pozzolo

Il Palio del Cerro ed il Palio dei Ragazzi si sono svolti nel tradizionale e affascinante scenario della piazza Vittorio Emanuele II, antistante la Villa Medicea, ai piedi delle scalee del Buontalenti. Sono stati creati ingressi distinti e separati gli accessi alla piazza del pubblico e dei figuranti, che si sono collocati in aree ad essi dedicate. Ai due Palii ha potuto assistere dal vivo un pubblico rigorosamente contingentato e distanziato sulle tribune. Per tutti i partecipanti ai due eventi (organizzatori, personale tecnico, stampa e fotografi, figuranti e giocatori, pubblico) sono stati effettuati la misurazione della temperatura ed il controllo del Green Pass.

Giuramento dei Capitani

Per garantire ad un più ampio pubblico di poter seguire la sfilata sul palco ed i giochi del palio si è provveduto a montare un maxischermo nella Piazza Dante Desideri (anche in questo caso con numero contingentato di accessi, prenotazione, controllo temperatura e Green Pass). In questa “arena all’aperto” è stata proiettata la diretta streaming sia del Palio del Cerro che del Palio dei Ragazzi. La diretta streaming è stata quindi trasmessa sui canali Facebook e Youtube, in modo da consentire a chi volesse assistere agli eventi a distanza di poterlo fare.

Tiro con la balestra
Lancio dei cerchi
Corsa nella bigoncia
Corsa sui troppoli
Tiro della fune

Il Palio del Cerro è stato preceduto e seguito da una serie di eventi collaterali tra il 27 agosto ed il 12 settembre, che sono andati in parallelo con le celebrazioni religiose dedicate alla co-patrona Santa Liberata.

IL TRIBUTO AL PERSONALE SANITARIO E “LA VITA SALVA”

Tutto ha avuto inizio il 27 agosto. La mattina si è svolto un evento on line di presentazione della rievocazione storica e del programma di questa edizione, trasmesso in diretta streaming su Facebook e Instagram. Vi hanno partecipato il Sindaco di Cerreto Guidi, il Presidente della Pro Loco e delle Contrade ed i rappresentanti dei media locali.

La sera si è svolta la manifestazione di apertura, nella quale si è tributato un sentito omaggio corale al personale sanitario (medici, infermieri, operatori socio-sanitari, tecnici, ecc.) e alle associazioni di volontariato per il generoso impegno profuso durante la pandemia, alla presenza di autorità locali, regionali e nazionali.

Tributo della comunità di Cerreto Guidi e delle autorità al personale sanitario per l’impegno profuso nell’emergenza sanitaria Covid-19

Accolti e salutati dai musici e dagli sbandieratori delle Contrade del Palio del Cerro, sul palco davanti alla Villa Medicea, sono sfilati medici ed infermieri dell’Ospedale San Giuseppe, del territorio, del Dipartimento di prevenzione, della Casa della Salute ma anche farmacisti, psicologi ed operatori della Protezione Civile, dell’Associazionismo e del Volontariato.

Il Sindaco ha consegnato a tutti una pergamena come testimonianza di ringraziamento per il generoso e appassionato lavoro svolto in questi mesi tanto complessi. Alla serata hanno preso parte diverse autorità. Ha parlato, fra gli altri, l’assessore regionale alla sanità Simone Bezzini.

l’attrice Silvia Frasson durante il monologo “La Vita Salva” sulla donazione

La premiazione dei sanitari è stata preceduta dallo spettacolo La vita salva” di e con Silvia Frasson che ha portato all’attenzione, con un monologo toccante, il tema della donazione di cui hanno parlato nell’occasione, il presidente regionale dell’Avis Claudia Firenze e il presidente dell’Avis di Cerreto Guidi Riccardo Donatiello.

Lettura delle motivazioni del Cerrino d’Oro 2021

IL CERRINO D’ORO 2021

Mercoledì 1° Settembre si è svolta la cerimonia di proclamazione del “Cerrino d’Oro”, che è stato consegnato a Primo Palatresi. Il riconoscimento assegnato dalla Pro Loco viene attribuito a chi si sia particolarmente distinto per il suo impegno nel campo della cultura, del lavoro, dell’imprenditoria, dello sport e della solidarietà, contribuendo a elevare il nome di Cerreto Guidi e a diffonderne l’immagine. Il premio che è stato istituito nel 1997 dall’allora Presidente della Pro Loco Sergio Brotini, grande animatore della manifestazione storica e fondatore della Federazione Italiana Giochi Storici.

Consegna del Cerrino d’Oro a Primo Palatresi

La serata, condotta da Daniel Guidi, è stata l’occasione per porre l’attenzione sulla vivacità del movimento sportivo di Cerreto Guidi, assai attivo, fra l’altro, nel calcio, nella pallavolo, nella pallacanestro e naturalmente nel ciclismo, il mondo a cui appartiene Primo Palatresi che è stato fra i fondatori del Gran Premio Ciclistico Cerreto Guidi, un’importante corsa riservata ai dilettanti.

Il “Cerrino d’Oro” a Primo Palatresi è stato quindi l’omaggio tributato a un appassionato uomo di sport e a una corsa che è ormai giunta alla 75°edizione e che ha sempre richiamato sportivi e pubblico da ogni parte d’Italia. Non disputata nel 2020, la gara si è svolta sempre il 1° settembre sulle strade di Cerreto Guidi. Si tratta di una gara per Elite e Under 23, alla quale hanno partecipato corridori poi affermatisi a livello professionistico. Solo per fare qualche esempio l’ex campione del mondo Giuseppe Saronni e il velocista ligure Alessandro Petacchi.

LA PRESENTAZIONE E BENEDIZIONE DEI PALII

Tra i momenti salienti nella settimana del Palio del Cerro, vi è stata la cerimonia di presentazione e benedizione dei “cenci”, che ha avuto luogo giovedì 2 settembre nel giardino antistante la Villa Medicea, che sovrasta le scalinate del Buontalenti.

La “scopertura” del Palio di Francesca Bianconi per la Contrada vincitrice
La “scopertura” del Palio per l’Arcipretura in onore a Santa Liberata di Michela Cianchini

I drappi di questa edizione della ripartenza del Palio sono stati dipinti da due pittrici cerretesi: Francesca BianconiMichela Cianchini (come tradizione un “cencio” viene consegnato alla contrada vincitrice e l’altro alla Parrocchia di San Leonardo).

I Palii, dopo la rigorosa e antica cerimonia protocollare, compreso quello dei ragazzi dipinto dalla pratese Antonella Marchesoni, sono poi stati benedetti dal Vescovo di San Miniato, Mons. Andrea Migliavacca.

Nei due dipinti le artiste del Palio del Cerro, ciascuno con il suo estro ed il suo stile, hanno voluto manifestare gli stati d’animo vissuti e le più intime riflessioni sviluppate nel periodo del lock down e lanciare un messaggio di speranza per un futuro di rinnovata socialità e unione della comunità.

L’intervento del Sindaco Simona Rossetti

La cerimonia è stata trasmessa in diretta streaming sui canali Facebook e Instagram. Sono stati realizzate due video interviste nelle quali le artiste hanno avuto modo di raccontare il loro rapporto con Cerreto e le sue tradizioni, di raccontare il loro percorso artistico e di esprimere il significato che ha per loro la pittura. Le video interviste sono state trasmesse nella serata della presentazione dei “cenci” e poi pubblicate on line dopo la cerimonia.

Nella storica Palazzina dei Cacciatori è stata allestita una mostra personale delle due artiste, che è rimasta aperta ai visitatori per l’intera durata del Settembre Cerretese.

Investitura Capitani

INVESTITURA CAPITANI E BENEDIZIONE GIOCATORI

Nel giorno della vigilia del Palio, con numeri contingentati e con il rispetto delle norme anti-Covid, si sono svolte all’aperto nei rispettivi “territori” le cene delle contrade. In questo ambito ha avuto luogo la cerimonia di investitura dei Capitani e di benedizione dei giocatori.

Benedizione dei giocatori

GLI ALTRI EVENTI COLLATERALI TRA I DUE PALII

Nella settimana compresa tra il Palio del Cerro e quello dei Ragazzi si sono svolti altri eventi collaterali, una serie di serate a tema, dal teatro a cura della Compagnia “La Maschera”, alla musica rock, con Queen Mama Mia Tribute Band sino all’educazione alla legalità, con la presentazione del progetto “Dal Bullo al Bello” svolto dalle Scuole Medie di Cerreto Guidi.

Il concerto della tribute band dei Queen “Mama Mia” con interludio di musica rock rinascimentale, scritta da Mirco Dimitrio, dedicata al genio Leonardo

Si completa così questo racconto, giocoforza incompleto, ma che speriamo abbia dato a chi vi ha partecipato l’opportunità di rivivere momenti preziosi ed indimenticabili e a chi ha scoperto il Palio del Cerro per la prima volta, leggendo queste righe, la curiosità di venirci a trovare a Cerreto nel 2022 per l’edizione numero 53, che speriamo possa essere ancora più partecipata e affascinante.