Domenica 12 maggio 2019 sarà il momento tanto atteso del passaggio del Giro d’Italia da Cerreto Guidi. Si correrà la seconda tappa. La frazione in programma misurerà 205 Km e porterà i corridori da Bologna a Fucecchio. Si renderà omaggio a Gino Bartali, che, nella sua straordinaria carriera, ha vinto per 3 volte la corsa rosa (1936, 1937, 1946). I corridori percorreranno le “sue” strade in una tappa caratterizzata da molti saliscendi.

Addobbi nel centro di Cerreto

Dopo aver scollinato l’Appennino la tappa avrà una lunga discesa fino a Prato. Giungi a Ginestra Fiorentina, inizierà la parte più impegnativa della tappa, che si snoderà per i Comuni dell’Empolese Valdelsa. Dopo essere salita sul Montalbano, a Castra, la corsa scenderà a Vinci e quindi risalirà il San Baronto. A questo punto la discesa porterà a Mastromarco. I corridori entreranno nel Comune di Cerreto intorno alle 16,45, attraversando Lazzeretto. Quindi saliranno al capoluogo e, passando per il Colle di San Zio, scenderanno lungo l’Arno e, attraversando Bassa, Gavena e Pieve a Ripoli, sfreccieranno verso il traguardo di tappa a Fucecchio.

Cerreto si è preparata ad accogliere nel migliore dei modi la carovana del Giro ed i corridori. Una grande scritta all’uncinetto “Cerreto saluta il Giro d’Italia” comparirà sulla rotonda di San Zio. Mentre nella piazza antistante la Villa sarà realizzata una grande ruota di bicicletta con le bandiere del Palio del Cerro, che sarà visibile agli operatori delle riprese aeree.

Le Contrade del Palio saluteranno il Giro con le loro bandiere

Per assicurare una degna cornice al passaggio della seconda corsa più importante al mondo l’Amministrazione comunale di Cerreto Guidi ha coinvolto per tempo le associazioni del territorio per mettere a punto un’accoglienza speciale. Saranno presenti le associazioni sportive e la Pro Loco, mentre le bandiere delle Contrade del Palio del Cerro sventoleranno lungo il percorso. Nel centro storico, con i negozi aperti, si svolgerà il mercatino gastronomico, di arte e ingegno “Sapori di Rosa” , in orario 9,00-20,00. Chi sceglierà di vedere qui il passaggio del Giro sarà allietato dalla musica della Street Band “La Bandaccia”. Una speciale edizione della Sagra della Pizza battezzata “Pizza in rosa” si terrà dal 10 al 12 maggio a Lazzeretto.

Un prezioso aiuto nelle decorazioni è stato portato dalle Dame all’Uncinetto che guidate da Gessica Mancini, da settimane si sono messe al lavoro per curare addobbi, rigorosamente in rosa.

Creazioni in rosa per il Giro

Sono state preparate 150 ruote e 2500 rose all’uncinetto. Si è trattato di un grande lavoro di squadra, perché le ruote, poi fasciate di rosa dalla certosina pazienza delle Dame, sono state messe a disposizione da tanti singoli cittadini di Cerreto Guidi, mentre si è stretta una solida collaborazione con Bettolle, una frazione del Comune di Sinalunga. Qui ogni anno nel mese di ottobre vengono realizzati centinaia di quadri all’uncinetto colorati di rosa con la finalità di sensibilizzare la lotta al tumore al seno. Per il Giro da Bettolle è arrivato alle dame di Cerreto diverso materiale, usato soprattutto per decorare gli alberi.

Per preparare bici, ruote e rose, va segnalata inoltre la collaborazione con le “Dame Laboriose” di Altopascio, per non tacere dell’aiuto giunto da tante altre località della Toscana e non. Le ruote saranno apposte ai lampioni lungo il percorso toccato dal Giro.

Cerreto saluta il Giro d’Italia